Il viaggio è dentro di noi...



 Il VIAGGIO, quello che ogni essere umano dovrebbe intraprendere, è dentro ognuno di noi, nella nostra anima, nel nostro interno. Avrei potuto viaggiare per decenni senza capire chi sono veramente, continuare a visitare luoghi stupendi e conoscere persone che mi sono rimaste nel cuore senza consapevolezza della mia vita e in verità all’inizio era proprio così...
L’unico viaggio che ci porta la serenità, la consapevolezza dell’essere è quello che avviene attraverso un percorso personale,  molto intimo e profondo con il nostro VERO ESSERE, la nostra essenza primordiale, proprio quella che tentiamo di reprimere o di cambiare, ingiustamente, quella che spesso ci spaventa percè non rispecchia gli standard imposti da una società basata sull’apparire e sul materialismo, sul controllo degli oggetti e delle situazioni in genere.
 È proprio quella che nella cultura occidentale, con ogni mezzo si tenta di mettere da parte, non sorprendiamoci delle grandissime percentuali di disturbi mentali del nostro secolo, degli adolescenti che combattono ansia e depressione, non dobbiamo sorprenderci se nessuno, dico, nessuno ci ha mai insegnato ad ascoltarci a metterci in contatto con la natura del nostro essere.
Non è un viaggio breve quello spirituale, anzi, porta via tanto tempo e tanto impegno, ma ogni piccolo passo avanti rivela una grandezza immensa. Solo dopo aver scalato tanti gradini a poco a poco, passo dopo passo, ci rendiamo conto della lunga strada percorsa, voltandoci capiremo che questo viaggio non terminerà mai, durerà per la vita, sembrerà di non arrivare mai a destinazione invece ogni volta raggiunto un traguardo se pur piccolo agli occhi degli altri,  quella rappresenterà sempre una nuova destinazione e poi un altra ancora e ancora, sarà come viaggiare per il mondo stando immobili.
Non si tratta solo della meditazione come pratica, ma di vivere nella piena consapevolezza di chi siamo realmente, mettere NOI in ogni scelta quotidiana, in ogni impegno, essere pienamente presenti in ogni singola azione.
 Quanto tempo mi ci è voluto personalmente...quante resistenze ho dovuto abbattere, mi ricordo tutto, ogni progresso, ogni difficoltà che ha dovuto affrontare, i periodi in cui ho mollato facendomi prendere dalla vita di tutti i giorni, dalla superficialità, dal ritmo frenetico della routine.
 Poi inizia un altro giorno, si ricomincia ed è come se mancasse sempre un pezzo del puzzle, come se lo avessi li davanti ma senza sapere dove collocarlo, allora ricomincio la mia ricerca e tutto mi porta ad una nuova scoperta, la scoperta del nostro se, il nostro vero se!
La serenità non va cercata altrove, la serenità è solo dentro di noi e non dipende da persone o situazioni che ci circondano ma dal nostro interno, in equilibio con mente e corpo in ogni istante, in ogni respiro, pensiero, in ogni azione e parola che decidiamo di pronunciare.
Buon viaggio!


Commenti

  1. Bellissimo questo post! Hai perfettamente ragione, e spero un giorno di riuscire a capire chi sono veramente e come voglio vivere!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Affrontare piccole sfide ogni giorno per migliorarci!

28 giorni detox con ÖRTTE SCANDINAVIAN

Il buongiorno si vede dal mattino...fantasia a colazione!